Differenza tra allergia respiratoria e coronavirus

Differenza tra allergia respiratoria e coronavirus

Da quando è scattata l’emergenza coronavirus qualsiasi tipo di sintomo ci si sente lo si collega subito al virus. Bastano dei colpi di tosse, degli starnuti o il respiro che sembra mancare per farci pensare al peggio.

Fortunatamente non è sempre così, esistono anche i mali di stagione. Infatti quei tipi di segnali sono tipici dell’allergia respiratoria. Ma come distinguere una normale allergia con i sintomi veri e propri del coronavirus?

Le allergie respiratorie provocano diversi sintomi come la rinite, l’oculorinite e la congiuntivite che possono essere scambiati con quelli del COVID-19.

In caso sospetto è sempre meglio comunque chiamare il proprio medico di medicina generale, non è il caso di improvvisarsi dottore oppure affidarsi totalmente a quello che si legge sul web. Deve fare particolarmente attenzione a quei segnali chi non ha mai sofferto di allergie respiratorie oppure chi nota qualcosa di diverso dal solito.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) il 28 maggio 2020 per aiutare le persone a riconoscere i sintomi dell’allergia da quelli del COVID-19 ha emesso appunto un piano per “distinguere i sintomi dell’allergia stagionale dai sintomi del COVID19”.

Noi abbiamo deciso di riportare una parte del testo che potete continuare a leggere sul loro sito ufficiale https://www.iss.it/en/primo-piano/-/asset_publisher/o4oGR9qmvUz9/content/id/5410384.

Contatta sempre il medico di medicina generale o il tuo medico specialista di fiducia:

  • Se non hai mai sofferto di allergie respiratorie, ma hai sintomi tipici (rinite, congiuntivite, oculorinite).
  • Se sei un paziente allergico e la terapia abituale non attenua i tuoi sintomi, oppure se ai tuoi sintomi si aggiunge la febbre.
  • Se hai sintomi dell’allergia o dell’asma bronchiale allergica.
  • Se hai anche solo uno dei sintomi allergici e/o se hai la febbre.

… I consigli in caso di allergia:

  • Se sei un soggetto allergico, l’uso delle mascherine oltre a proteggerti dal coronavirus, può proteggerti anche da alcuni allergeni quali ad esempio i pollini e se soffri di congiuntivite allergica,  anche se i tuoi occhi non sono protetti, puoi continuare ad assumere i farmaci che ti sono stati prescritti per alleviare i fastidi.
  • Ricordati di portare sempre con te un kit di automedicazione: (chiedi consiglio al tuo medico specialista di fiducia).
  • Se stai effettuando un ciclo di immunoterapia specifica per le allergie, non interromperlo. Se però hai il sospetto di aver contratto il virus, se hai avuto contatti con persone positive al COVID 19, oppure se hai notato un peggioramento dei tuoi sintomi respiratori, contatta immediatamente il tuo medico specialista di fiducia.
  • Se soffri di asma bronchiale causata da allergeni indoor, cerca di prestare maggiore attenzione in questo periodo alle indicazioni che hai ricevuto per la cura e la prevenzione dell’allergia agli acari, agli epiteli animali e alle muffe, in modo da tenere sotto controllo le manifestazioni acute ed evitare che l’asma possa peggiorare.
Categories: Benessere